Delitto a Kolonaki

Autore: Jannis Maris
Traduzione: Maurizio De Rosa
Pagine: 196 (NUOVO FORMATO 14x21)
Anno: 2017
ISBN: 978-618-82927-8-9
Prezzo: €15,00

Atene 1953. Il finanziere Kostas Floràs viene accusato dell’assassinio del pittore Nassos Karnezis, ritrovato morto in un appartamento dell’esclusivo quartiere di Kolonaki. Il figlio di primo letto di Floràs, Dimitris, certo dell’innocenza del padre, assieme a due amici, uno giornalista e l’altro ex-deputato al parlamento, cercano di scoprire il vero assassino. All’inizio ad attirare i sospetti è Mirtò, figlia di un ammiraglio di marina che Karnezis aveva consegnato e fatto uccidere dai tedeschi durante l’occupazione nazista. Tuttavia tra Dimitris e Mirtò, che si rivela innocente, scocca la scintilla dell’amore mentre viene alla luce il lato oscuro di Karnezis, implicato in un traffico di contrabbando. In seguito anche Juliette, amante di Karnezis, viene trovata uccisa. La morte minaccia ormai anche Dimitris e Mirtò, che si salveranno soltanto grazie all’intervento del commissario Jorgos Bekas.

L'autore:

Jannis Marìs (al secolo Jannis Tsirimokos) nacque nell’isola di Skòpelos nel gennaio del 1916. Trascorse l’infanzia a Lamìa, nella Grecia centrale, e studiò Giurisprudenza a Salonicco. Durante l’occupazione nazi-fascista della Grecia partecipò alla guerra di liberazione e in seguito, a conflitto terminato, si dedicò alla stesura di recensioni cinematografiche sulla stampa periodica. In veste di giornalista fu autore di reportage sulla repressione anticomunista durante la sanguinosa guerra civile greca (conclusasi nel 1949), a causa dei quali fu condannato a una pena detentiva da scontare nelle carceri di Vurla, alla periferia del Pireo. Fu scarcerato nel 1950 su pressione dell’Internazionale socialista e grazie al sostegno del politico greco Alèxandros Svolos, e nel 1953 esordì come autore di storie poliziesche a puntate sulla rivista “Ikojènia”. La prima storia, dal titolo Delitto a Kolonaki, fu pubblicata a puntate con il nome di Jannis Tsirimokos e come opera autonoma nel 1955. Si trattò del primo di una lunga serie di successi, a cui seguirono circa settanta storie poliziesche (cinquanta delle quali pubblicate in seguito come opere autonome), venti sceneggiature cinematografiche e due opere teatrali. Tsirimokos fu attivo anche come autore di romanzi storici e sentimentali, e di versioni condensate di grandi opere della letteratura universale. Negli anni Settanta tornò al giornalismo militante come inviato all’estero (in Grecia sono celebri i suoi reportage dai Paesi socialisti) e si dedicò alla stesura di un romanzo-verità sulla resistenza partigiana in Grecia, che non riuscì a completare a causa della morte, sopraggiunta nel novembre del 1979.

Autore: Jannis Maris
Traduzione: Maurizio De Rosa
Pagine: 196 (NUOVO FORMATO 14x21)
Anno: 2017
ISBN: 978-618-82927-8-9
Prezzo: €15,00